News ODN
 
  • Lunedì, 27 Marzo 2017

Esperienza fondante

Spiritualità

La buona preghiera non consiste nel gusto spirituale…. ma nel mantenersi sempre in una semplice e fedele attenzione per conoscere e cercare la volontà di Dio.
J. de LESTONNAC

ESPERIENZA DI DIO

 

L’esperienza di Dio, vissuta in una notte scura, è la fonte della nostra spiritualità. 
Giovanna de Lestonnac, la donna che si è lasciata condurre da Dio, sempre più in là dei suoi desideri, si sentì sorpresa nella notte e nel fallimento, dalla luce salvifica della Pasqua.

A partire da questa esperienza, non potrá spiegare se stessa senza fare degli altri il centro della sua esistenza: “capì che era lei che doveva tendere loro la mano” a una gioventù femminile in pericolo a causa dell’ ignoranza.

L’essere e il fare, la contemplazione e l’azione si fonderanno, a partire da quel momento, nella ricerca di un Dio, sempre più grande, che si è donato in Gesù Cristo, in missione per il mondo, al di sopra degli spazi e dei tempi di preghiera o delle attività. Giovanna contempla un’ altra donna, Maria, che nel silenzio aveva imparato a vivere in questo modo unita a suo Figlio.
Lei sará per la Compagnia, la presenza ispiratrice che le ensegnerà a percorrere, i suoi propri cammini lungo la storia.