News ODN
 
  • Sábado, 27 Mayo 2017
  • San Agustín de Canterbury

Noticias

Comunicación

Debe el maestro acostumbrar al discípulo a pasar por el tamiz todas las ideas que le trasmita
M. de Montaigne

Incontro con il Papa Francesco

Julio 2013 | ODN |

I genitori della Scuola Primaria di Pescara, classe 1° A condividono con tutti Noi la sua bellissima esperienza, quando l’8 Maggio assieme alla sua maestra e i bambini, hanno incontrato Papa Francesco.

Un giorno, parlando con lei dell’elezione del nuovo Papa è nata in noi la voglia di conoscerlo e farlo conoscere ai nostri figli.

Sapevamo che l’organizzazione della giornata non sarebbe stata facile, dovendo portare in Piazza San Pietro bambini di 6 anni, però la voglia di conoscerlo era tanta che nulla ci ha fatto rinunciare. Dopo tanti ragionamenti siamo arrivati alla conclusione che l’orario ideale di partenza era le 4:00 del mattino. Immaginate voi l’ansia! E comunque anche in questo caso nessuno ha rinunciato! Il giorno della partenza, a differenza delle nostre previsioni, i bambini erano più attivi di noi! Sull’autobus non hanno mai dormito per l’entusiasmo, ma comunque sono stati bravissimi. Noi per mantenerci svegli ci siamo organizzati con termos di caffè e tortine di ogni gusto fatte in casa e così alle 8:00 circa siamo arrivati in Piazza San Pietro, già peraltro gremita di fedeli.

Fortunatamente siamo riusciti a sistemarci in una zona centrale di fianco alle transenne dove poi il Papa avrebbe dovuto fare il suo consueto giro. Era una giornata di sole stupenda, in Piazza c’era un caldo “tropicale” sin dal mattino presto e noi ci siamo organizzati con cappellini e foularini per i bimbi che continuavano a dire: “Ma il Papa quando arriva!!!!” e noi “Pazienza! Arriva, arriva!”. Quando poi veramente l’abbiamo visto arrivare, l’emozione è stata cosi forte, come se ci avesse guardato ognuno nello stesso momento negli occhi e con il suo sorriso ci ha trasmesso un forte senso di pace.

E’ difficile spiegarvi esattamente quell’attimo intenso, ma è come se l’avessimo sempre conosciuto, come una persona di famiglia ed è così svanita la fatica dell’attesa, di quella giornata. Anche i bambini erano tutti attratti dalla sua figura e continuavano a ripetere: “abbiamo conosciuto il Papa!”, qualcuno ha appuntato che non aveva gli occhiai qualcun altro avrebbe voluto essere preso in braccio, qualcun altro avrebbe voluto l’autografo... Quando poi è iniziata l’Omelia, sono rimasti attenti e molto colpiti dalla sontuosità della cerimonia e dal silenzio e dall’ordine, immaginate che in Piazza c’erano 70.000 persone!

E’ stata una esperienza bellissima e unica per tutti noi, che ci ha lasciato il cuore pieno di gioia! Abbiamo ringraziato la nostra maestra e il direttivo scolastico per averci dato questa magnifica occasione che ricorderemo noi e i nostri bambini per tutta la vita!